Comune di Casole d'Elsa

Cerca  

Home    Vivi in Cittā    Difensore civico

  In Comune

  Vivi in Cittā

  Eventi e Turismo

Il Difensore Civico

 
 
Le funzioni del difensore civico sono definite dalle leggi 8 giugno 1990 n.142 e 15 maggio 1997 n. 127, dallo Statuto Comunale e dal Regolamento Comunale per la istituzione de “Il Difensore Civico” approvato con Deliberazione Consiliare n. 88 del 28/11/2003

Il Difensore Civico č un organo indipendente dall’amministrazione comunale e svolge un ruolo di garante dell'imparzialitā e del buon andamento dell'amministrazione a tutela dei cittadini. Il difensore civico agisce anche nell'interesse dell'amministrazione comunale, contribuendo ad un miglioramento dell'attivitā.


Chi č
L'incarico di difensore civico viene attualmente ricoperto dall’Avv. Leonardo Brogi
Nato a Siena il 15/05/1967 si č laureato in giurisprudenza presso L’Universitā degli Studi di Siena ed č iscritto all’Ordine degli Avvocati del Foro di Siena. E’ stato nominato Difensore Civico con deliberazione n. 81 del 25/10/2004.
Esercita privatamente la professione legale presso il proprio Studio in Via Cecco Angiolieri 25 - Siena


Sede ed orario
L’ufficio del difensore civico č presso il Centro Congressi, Via Casolani 32 - Casole d’Elsa
Orario di ricevimento: Il 2° e 4° mercoledė del mese dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Il difensore civico riceve su appuntamento.
Per richiedere un appuntamento: Ufficio Turistico Tel 0577 949737


Competenze
1 – Il Difensore Civico č promotore di giustizia sostanziale e formale nonché di equitā.
2 – Il Difensore Civico svolge nel rispetto delle Leggi, dello Statuto e del Regolamento, in pieno spirito di autonomia, ogni iniziativa mirante alla legalitā, trasparenza, imparzialitā, buon andamento, celeritā, economicitā, efficienza ed efficacia della Pubblica Amministrazione.
3 – Il Difensore Civico provvede alla tutela non giurisdizionale dei diritti soggettivi, degli interessi legittimi e degli interessi diffusi.
4 – Il Difensore Civico si attiva, ad istanza degli interessati o di propria iniziativa, per eliminare irregolaritā, negligenze, disfunzioni, ritardi, inefficienze, omissioni, illegittimitā nell’azione e negli atti dell’Amministrazione Comunale, degli Enti dipendenti, delle Societā a partecipazione comunale e di concessionari di pubblici servizi.
5 – Il Difensore Civico esercita il controllo sulle deliberazioni comunali, nei limiti delle illegittimitā denunciate, quando ne facciano richiesta scritta e motivata con l’indicazione delle norme violate ed entro dieci giorni dall’affissione all’Albo Pretorio, almeno un quarto dei Consiglieri Comunali.
Sono sottoponibili al controllo di legittimitā del Difensore Civico le deliberazioni concernenti:
 a) appalti ed affidamento di servizi o forniture di importo superiore alla soglia di rilievo comunitario
 b) assunzioni del personale, dotazioni organiche e relative variazioni
6 – Il Difensore Civico in nessun caso č soggetto a dipendenza gerarchica o funzionale di Organismi comunali.


Cosa puō fare
Il difensore civico puō chiedere l'esibizione di tutti i documenti relativi ad una pratica, senza il limite del segreto d'ufficio e sentire il responsabile dell'ufficio competente; puō inoltre accedere agli uffici per consultare atti e documenti. Non puō sostituirsi all'amministrazione comunale nell'emanare o modificare un atto, ma puō sollecitarla a riesaminarlo, modificarlo o annullarlo, se lo ritiene illegittimo. Quando un funzionario sollecitato ometta, rifiuti o ritardi atti del proprio ufficio, il difensore civico puō proporre la promozione dell’azione disciplinare. Annualmente il difensore civico deve sottoporre all'esame del Consiglio comunale una relazione sull'attivitā svolta, contenente eventuali proposte di innovazioni normative e amministrative.

Le consulenze e gli interventi del difensore civico in favore dei cittadini sono gratuite.
Possono rivolgersi al Difensore Civico sia persone fisiche che persone giuridiche, associazioni ed imprese, aventi un interesse legato al territorio comunale di Colle Val d’Elsa.
La richiesta d’intervento del Difensore Civico non sospende i termini per il ricorso alle vie giurisdizionali.


Cosa non puō fare
Il difensore civico non puō intervenire sugli atti politici dell'amministrazione; non puō sostituirsi ad alcun funzionario nel compimento di un'attivitā dovuta; non puō annullare o riformare atti amministrativi, né infliggere direttamente sanzioni. Si deve astenere quando su una determinata questione sono stati investiti organi di giustizia penale, amministrativa, civile o tributaria.
L'ufficio assicura comunque ai cittadini pių deboli una risposta attraverso un parere o un suggerimento.


Modalitā di intervento
L’istanza d’intervento puō essere avanzata per scritto, fornendo tutti gli elementi necessari di riferimento; ma puō essere effettuata anche verbalmente, nel qual caso l’Ufficio di Difesa Civica che la riceve assume per scritto gli elementi essenziali della richiesta, facendola sottoscrivere all’interessato. In ogni caso all’istanza deve essere allegata copia della documentazione eventualmente in possesso del cittadino. In sintesi, ricevuta l’istanza, il Difensore Civico:
  • ne valuta la fondatezza od infondatezza, entro quindici giorni
  • in caso di fondatezza e qualora ne ravvisi l’opportunitā, informa il dirigente competente ed il responsabile del procedimento al fine di esaminare congiuntamente la pratica o il procedimento amministrativo oggetto del suo intervento
  • accertati i fatti, ricerca i correttivi da adottare o da proporre per l’adozione all’organo comunale competente